Non me ne frega niente

Non me ne frega niente. Ci saranno cose più importanti a cui pensare. Ci saranno cose più importanti da fare che scrivere questo primo pezzo. Ognuno può dire quello che vuole ma non me ne frega niente. Kakà è di nuovo un giocatore del Milan e per me non c’è niente di più emozionante.

Kaka in azione contro il Manchester UnitedAvevo 14 anni quando approdò a Milanello, 20 quando se ne andò a Madrid. Un’intera adolescenza passata a seguire le sue gesta, ad appassionarmi per ogni singolo cambio di passo, per ogni singolo passaggio, per ogni singolo gol. Sei anni in cui sono cresciuto ammirando un ragazzo dallo sguardo sincero, senza quell’arroganza o presunzione che circonda la maggior parte dei fenomeni che ora corrono su quel prato verde. Solo umiltà, impegno e dedizione, ma anche tanta passione.

Questo era per me Kakà, il simbolo, la bandiera di una squadra che aveva fatto sognare e di cui ora non rimane che il ricordo. Uno splendido ricordo. Quando se ne andò c’era solo rabbia e frustrazione. La mia adolescenza finiva lì. Iniziava una vita nuova senza il mio idolo di sempre. Ora, invece, lui è tornato. Potrà non essere più quello di un tempo. Potrà forse non raggiungere tutti quei risultati a cui ci aveva abituato. Potrà non essere quel giocatore imprevedibile che era fino a qualche anno fa. Ma, come ho detto prima, non me ne frega niente. L’importante è che sia tornato. Ciao Ricky, mi sei mancato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...