Tre mash-up da paura

Rock_the_casbahDa qualche tempo a questa parte mi sto incuriosendo al mondo del mash-up. Per i neofiti di questo mondo spiego in maniera molto semplice di cosa si tratta: si prendono due tracce di due canzoni diverse, una vocale e una strumentale, e le si mette insieme. Certo, i dj più bravi riescono ad inserirne anche dieci diverse, ma il meccanismo è quello.

Per farlo ci vuole sicuramente una grande predisposizione all’ascolto: capire cioè quali canzoni possono funzionare avendo più o meno lo stesso tempo e le stesse note. Non è sicuramente un lavoro semplice, ma se fatto bene è decisamente efficace.

Qui vi voglio postare tre mash-up che mi hanno conquistato fin dal primo ascolto. Tre mash-up da paura, appunto. Senza togliere nulla alle tracce originali, cominciamo con il primo pezzo: l’autore si fa chiamare Dj Moule e piazza nello stesso pacchetto Aerosmith, Red Hot Chili Peppers, Chemical Brothers e chissà cos’altro. Un consiglio: alzate il volume.

Vi siete scatenati? Tranquilli, lo continuerete a fare se ascoltate anche il secondo pezzo, di una potenza secondo me inaudita. James Brown + Led Zeppelin, un mix veramente letale.

Per chiudere in bellezza propongo l’immensa voce di Stevie Wonder sulle basi di Rock The Casbah, pezzo travolgente dei Clash, una delle mie band preferite. Nessuna esclusione di colpi, ragazzi. Scatenatevi e spargete la voce.

Annunci